Una relazione che cresce

Pochi sanno che in Italia vivono circa 60 milioni di pet: in media uno per ciascun abitante e 2,3 per ogni famiglia. Di questi, i cani sono circa 7 milioni e i gatti 7,5 milioni.
Avere un animale da compagnia apporta una serie di benefici per la salute e per il benessere: favorisce le relazioni personali, migliora l’attività fisica e il buonumore. Questi effetti sono particolarmente evidenti nelle persone anziane. Grazie alla relazione con un pet, i bambini possono vincere fobie e paure, essere più responsabili e imparare a prendersi cura di un essere vivente.
È una relazione sempre più stretta e consapevole; se un tempo nella cura dei cani si improvvisava, oggi è diffusa la consapevolezza che alimentazione, controlli veterinari e una buona relazione con gli umani di riferimento non solo allungano la vita dei cani, ma restituiscono a tutto il gruppo familiare benessere e buonumore.

La giusta nutrizione

Negli ultimi 30 anni l’aspettativa di vita degli animali da compagnia è raddoppiata: il merito, oltre allo sviluppo delle cure veterinarie, è imputabile alla qualità dell’alimentazione. Il pet food industriale, la cui sicurezza è garantita da un piano nazionale di controlli ufficiali, è una scelta consigliata dai veterinari e premiante sotto il profilo della migliore qualità della vita degli animali. L’85% dei veterinari ritiene l’alimentazione industriale migliore rispetto alle razioni casalinghe e per i proprietari di cani è sempre più importante dar da mangiare ai loro amici i migliori alimenti disponibili.

Avanzi e fuoripasto
I cani sono degli osservatori attenti di quello che succede sulla nostra tavola e vorrebbero condividere il nostro cibo, di conseguenza noi a volte lasciamo cadere nella loro ciotola qualche avanzo e spesso allunghiamo qualche boccone anche durante il pasto, ma gli avanzi fanno bene ai cani?
È bene sapere che tutto quello che diamo al nostro cane come extra dieta può squilibrare la sua alimentazione perché gli alimenti pronti contengono tutto ciò di cui ha bisogno. Esagerare con fuoripasto può compromettere la sua salute (sovrappeso) e generare comportamenti assillanti, come nei cani che passano ore a elemosinare cibo sotto la tavola.
Un discorso a parte sono i fuoripasto con obiettivi funzionali, ad esempio snack per favorire l’igiene orale, o come ricompensa o, per tenere occupato il cucciolo con la masticazione. Scelti con cura e somministrati seguendo le indicazioni del veterinario o del produttore, possono essere validi alleati del suo benessere.

  • Una buona alimentazione non basta

    Il benessere fisico e quello psicologico non possono essere separati: oltre a una buona alimentazione e a cure veterinarie adeguate, i cani hanno bisogno di relazioni, attività fisica e stimoli mentali.

    Per garantire al tuo cane equilibrio e benessere, è importante creare per lui abitudini, regole da rispettare e un ambiente pulito e sicuro.

    • Una cuccia pulita dove si possa sentire al sicuro e riposare senza stress.

    • Due ciotole, una per il cibo e una per l’acqua, posizionate in un luogo definito. Il cibo va somministrato a orari regolari mentre l’acqua fresca deve essere sempre a disposizione.

    • Pettorina, o collare, e guinzaglio non devono essere fonte di stress, per questo i cuccioli vanno abituati a indossarli fin da subito.

    • Nella relazione fra cane e padrone la passeggiata è un momento importante, nell’organizzazione della giornata va previsto il tempo necessario perché durante le passeggiate il cane possa relazionarsi con altri cani e giocare con voi.
  • Giornata Internazionale del Cane

    7 cose sul mondo dei cani che (forse) non sapevi… E alcuni dei mille motivi per amarli.

    Cos'è la Giornata Internazionale del Cane

    La Giornata Internazionale del Cane nasce come occasione di sensibilizzazione contro l'abbandono dei nostri amici a 4 zampe. Si stima che ogni anno in Italia vengano abbandonati tra i 50.000 e gli 80.000 cani, specialmente nel periodo estivo.
    Un gesto crudele e inconcepibile, specialmente se teniamo conto dell'incredibile rapporto di fiducia che si instaura tra un cane e i suoi umani.
    Oggi non ci limitiamo a condannare fermamente la pratica dell'abbandono, ma cogliamo l'occasione per ringraziare con tutto il cuore i nostri amici scondinzolanti per tutto l'amore incondizionato che ci offrono.

    I cani migliorano la vita

    Vivere con un cane è un'esperienza appagante e coinvolgente, che comporta molte responsabilità ma offre anche grandissimi benefici. Oltre ad essere in instancabile compagno di giochi per i bambini più esuberanti, un cane mantiene in salute i padroni più anziani, offrendo loro compagnia e motivandoli a mantenersi attivi dal punto di vista fisico e mentale.
    Con il suo amore per corse e passeggiate, si rivela un ottimo personal trainer e la sua curiosità può aiutarci a socializzare e scoprire nuovi angoli della città.
    Ma se hai un amico a 4 zampe tutte queste cose le saprai già: ecco allora qualche dato che forse non conoscevi!

    I cani nel mondo

    • il cane è stato il primo animale addomesticato dall'uomo: gli studi più recenti collocano la nascita dei primi cani domestici a più di 36.000 anni fa
    • La popolazione di cani nel mondo oggi è stimata intorno ai 900 milioni, di cui oltre 75 in USA. Il secondo paese più "dog-friendly" è il Brasile, dove circa il 50% della popolazione sceglie la compagnia di un cane.
    • Le razze riconosciute dalla FCI sono più di 300 300
    • Le più amate sono il Labrador Retriever e il Pastore Tedesco: hanno grandi capacità di apprendimento e sono particolarmente tolleranti verso i bambini, caratteristiche che li rendono perfetti per le famiglie e per i padroni alle prime armi.
    • Un cane vive in media 15 anni, ma il record di longevità è di ben 30
    • Il tartufo del cane ha un'impronta unica, proprio come le nostre impronte digitali
    • La coda del cane contiene un numero di vertebre che varia da 5 a 23